L´esortazione della via giusta e della salvezza vera

 

Allah l´onnipotente dice nel suo nobile Corano (Qur`An) come seguente:
«Parla: “lui e Allah, l´unico.”» (Al-Ihlas: 1)
I cristiani credono a tre dei, nel dire Padre, Figlio, e Spirito Santo Ma di quale errore stiamo parlando?

Allah l´altissimo dichiara definitivamente nella Sura (Al-Ihlas: 3)
«Lui non genera en non e stato generato»
I cristiani dicono che “Gesú e´ il messia, il figlio di Allah”
Potrebbe esserci un ignoranza piu grave di questa?

Gesú (Isa) -pace sia con lui- disse come nel nobile Corano descritto come seguente:
«Io sono un servo di Allah. Lui mi ha dato il libro e mi ha fatto un profeta.» (Maryam (Maria): 30)
Ma i cristiani adorano a Gesú.-pace sia con lui- Ma che confusione e questa?

Allah l´altissimo parla nel nobile verso 4-5 del Al Kahf come seguente:
«E per avvertire coloro che dicono che: “Allah ha un figlio”
Coloro non hanno la minima conoscenza, ne hanno i loro padri Mostruoso e quello che esce dalla loro bocca!
Non dicono altro che bugie.»
I cristiani dichiarano che Allah abbia un figlio, ma che falsitá e questa?

Allah l´Altissimo parla nel suo nobile verso:
«E Muhammed non e il padre di uno dei vostri uomini,
ma e l´ínviato di Allah e sara´l´ultimo dei profeti.»
(Al-Ahzab: 40)
E i cristiani dichiarano che non accettatno altri all´infuori di Gesú, anche se e scritto nel loro libro. Non credono neanche al loro libro.
Ma che opinione religiosa e questa?

 

La fede nei profeti e in Gesú-pace sia con lui- e un principio di fede del´ Islâm. Noi crediamo a tutti i libri e profeti che Allah ci ha inviato.

«Tutti loro credono ad Allah, i suoi angeli i suoi libri, e ai suoi inviati.

Loro dicono: “Noi non facciamo nessuna differenza ai suoi inviati.”» (Qur`Àn, Al Baqara: 285)

Cosi´Allah l´altissimo ci dichiara: “Noi crediamo a Gesú (Isa)-pace sia con lui- e tutti gli altri profeti. Secondo l´ Islâm Gesú-pace sia con lui- e uno dei grandi profeti di Allah il sublime. Egli nasce dalla vergine Maria (Meryam) senza padre come Adamo -pace sia con lui- che fu fatto anche senza padre come Gesu´-pace sia con lui-

Il niveau della medicina di oggi ci permette di capire meglio. Sublime e Allah l´onnipotente

delle caratteristiche umane e di piú, di prendersi un un figlio.

I Giudei che non vogliono capire e accettare questa veritá, dissero di Gesú-pace sia con lui- e usarono la nascita senza padre come pretesto e lo dichiararono illegittimo, e composero cosi´una bugia su di lui.

Un´altra parte dei christiani disse che fosse “Dio”, alcuni si persero nell´idea che fosse il “figlio di Dio“ un´altra parte dall´opinione che fosse “uno dei Tre!”

La veritá e come ci racconta il nobile Corano.

«In verità, per Allah Gesù è simile ad Adamo che Egli creò dalla polvere, poi disse: "Sii" ed egli fu.» (Al-i Imram: 59)

La divina dichiarazione di Allah l´altissimo dice della nostra madre Maria (Maryam)

«E Maria, figlia di 'Imrân, che conservò la sua verginità; insufflammo in lei del Nostro Spirito. Attestò la veridicità delle Parole del suo Signore e dei Suoi Libri e fu una delle devote.”» (Al-Tahrim: 12)

I christiani furono presi dalla concezione di tre dei, dicendo “padre, figlio, e spirito santo.” Tre fonti, a tre persone ad una fonte. Chi di questi e Allah? Non e un´opinione sbagliata? E giusto cosi´?

«Smettete! Sarà meglio per voi. Invero Allah è un dio unico. Avrebbe un figlio? Gloria a Lui! A Lui appartiene tutto quello che è nei cieli e tutto quello che è sulla terra. Allah è sufficiente come garante.» (Al-Nisâ: 171)

Voi sapete che l´ Islâm e la vera religione, il Corano e l´ultimo libro che Allah ci ha mandato. Muhammed e l´ultimo vero profeta che Allah il Sublime ci ha inviato, ma voi persistete ostinati nella vostra rinnegazione.

Allah il Sublime parla a voi nella Sura Al-Nisâ:

«Non dite "Tre".» (Al-Nisâ:171)

Credete adesso che Allah e l´unico, che Lui e sopra le caratteristiche umane. Imputare ad Allah un Figlio e una grande ingiustizia e infamia.

«Dicono: “Allah Si è preso un figlio.”
Avete detto qualcosa di mostruoso. Manca poco che si spacchino i cieli, si apra la terra e cadano a pezzi le montagne, perché attribuiscono un figlio al Compassionevole. Non si addice al Compassionevole prenderSi un figlio.»
(Maryam: 88-92)

Non riuscite a capire la differenza tra generare e creare? Non sapete riflettere, che prima della Nascita e generare c´é un creatore.? Sono talmente ciechi i vostri occhi?

Ma Gesú –pace sia con lui- disse, come scritto nel Nobile Corano come seguente:

«In verità Allah è il mio e vostro Signore. AdorateLo allora. Ecco la retta via». (Al-Zuhruf: 64)

Cosi dice Gesú -pace sia con lui- peró i cristiani lo credono Allah. Prendono a lui per il loro Dio. Si metterebbe Gesú -pace sia con lui-difronte a questa colunnia dalla vostra parte? Dove volete prendere il coraggio di presentarvi di fronte ad Allah il sublime? Si farebbe da una creatura Allah? Non vedete di quanto vi state errando?

«Mentre il Messia gli ha detto lui stesso:

“O Figli di Israele, adorate Allah, mio Signore e vostro Signore. Quanto a chi attribuisce consimili ad Allah, Allah gli preclude il Paradiso, il suo rifugio sarà il Fuoco. Gli ingiusti non avranno chi li soccorra!”» (Al-Mâ'ida: 72)

Gesú -pace sia con lui- parla a voi, Lui dice che se non smettete di mettere al fianco di Allah qualcosa, rimarrete in eterno nell´inferno.

Ancora non volete svegliarvi? Allah l´Altissomo ci racconta nel suo nobiLe Corano un'altra spiegazione di Gesú -pace sia con lui-.

«In verità sono un servo di Allah. Mi ha dato la Scrittura e ha fatto di me un profeta». (Maryam: 30)

I cristiani peró prendono Gesú -pace sia con lui- per Dio. Dio sia lodato. Ma quale menzogna e questa?

Gesú -pace sia con lui-dice: «Io non sono il figlio di Allah, io sono il suo servo. Io non sono Dio, io sono il suo Profeta, il suo inviato». I cristiani fanno da una creatura un Dio e perdono la retta via. Loro poetano una bugia contro questo benedetto Profeta e uscirono dalla retta via.

Si puó fare da un essere umano un Dio? Ma che rinnegazione e questa? Su coloro che a Gesú -pace sia con lui- attribuiscono divinitá, Allah dice nei suoi nobili versi del Corano come segunente:

«Sono certamente miscredenti quelli che dicono: “Allah è il Messia, figlio di Maria!”». (Al-Mâ'ida:72)

«Sono certamente miscredenti quelli che dicono: “In verità Allah è il terzo di tre”. Mentre non c'è dio all'infuori del Dio Unico!» (Al-Mâ'ida: 73)

Dire che Allah e il terzo di tre visto da due punti diversi e una rinnegazione, l´una per la Parola “Tre” l´altra per la Parola “Terzo”.E una chiara”Schirk” (Associare, associare ad allah qulcosa).Accettare tre Dei dove non ce dio all´infuori di Allah, e rinnegare il diritto di Allah l´unico, e un ungiustizia. E una contraddizione come dire «Allah e Tre».

«Mentre non c'è dio all'infuori del Dio Unico!

E se non cessano il loro dire, un castigo doloroso giungerà ai miscredenti.» (Al-Mâ'ida: 73)

Coloro che desistono da quelle parole dal credere nella Trinitá, Allah l´altissimo li ha segnati come miscredenti. A coloro toccherá la condana peggiore.

«Il Messia, figlio di Maria, non era che un messaggero». (Al-Mâ'ida:75)

Lui non e un Dio ma soltanto un messaggero, un proclamatore, un profeta che Allah l´altissimo, con nomina e prove mandó

Cosí come Allah l´altissimo concise ad alcuni profeti dei miracoli, cosí concise anche a lui dei chiari miracoli per manifestare la sua identitá. Quando Allah tramite Gesú-pace sia con lui- fece resuscitare i morti, cosí fece tramite Mosé-pace sia con lui- che il suo bastone divenne vivo, e il bastone si trasformó in un serpente strisciante. Ció e piú miracoloso di quello. Se Gesú-pace sia con lui- fu creato senza padre, vero e che Adamo fu creato senza Madre e senza Padre. Ció e piú miracoloso. Tutto ció e di Allah.

Mosé e Gesú sono i punti manifestativi del suo Potere, e i suoi ambasciatori.

«Altri messaggeri era- no venuti prima di lui, e sua madre era una veridica. Eppure entrambi mangiavano cibo. Guarda come rendiamo evidenti i Nostri segni, quindi guarda come se ne allontanano». (Al-Mâ'ida: 75)

Allah l´altissimo parla di Gesu -pace sia con lui- e di nostra Madre Maryam (Maria) «entrambi mangiavano cibo»

Ció vuol dire che il profeta mangiava, beveva, e passeggiava. Perche era umano. Potrebbe un umano cosí, essere Allah ? Allah e colui che non ha inizio e ne fine.

Allah l´altissimo respinge questo esagerato atteggiamento della gente dalla scrittura, che si appoggiano sulle false spiegazioni e opinioni di Gesú.

Lui racconta dei cristiani che errarono nel lodare a Gesú invece di Allah come seguente:

«O Gente della Scrittura, non eccedete nella vostra religione e non dite su Allah altro che la verità» (An-Nisâ': 171)

Dovete soltanto a lui con le sue alte caratteristiche chiamare coi suoi bei nomi. Non attibuite a lui una moglie o un figlio, o quello che non appartiene al suo essere.

«Il Messia Gesù, figlio di Maria non è altro che un messaggero di Allah». (An-Nisâ': 171)

Lui e soltanto un profeta dei profeti di Allah l´altissimo, lui non e il figlio di Allah, come voi sostenete.

«Una Sua parola che Egli pose in Maria, uno Spirito da Lui [proveniente].» (An-Nisâ': 171)

Con il suo nobile dire «sii» ed egli fu.

«uno spirito da lui (Proveniente)» (An-Nisâ': 171)

Lui e uno spirito che lui stesso creó. Dato che lui con il suo Nobile comando Kún (Sii) rese esistente lui come un miracolo, venne lui per onorare esso, chiamato

«Kalimatullah» (La parola di Allah) Assegnare questo sipirito all´altissimo Allah , per portare a lui magiore onore. Allah regaló tramite lui a molti cuori spenti vita.

Allora adesso:

«Credete dunque in Allah e nei Suoi messaggeri. Non dite "Tre", smettete! Sarà meglio per voi. Invero Allah è un dio unico. Avrebbe un figlio? Gloria a Lui! A Lui appartiene tutto quello che è nei cieli e tutto quello che è sulla terra. Allah è sufficiente come garante.» (An-Nisâ': 171)

Gesú dovette ammonire coloro che gli attribuivano delle caratteristiche diverse diverse da un essere umano ma Gesú disse: «In verità sono un servo di Allah. Mi ha dato la Scrittura e ha fatto di me un profeta». Lui non disse ai suoi discepoli, prendetemi come Dio.

«In verità, Allah è il mio e vostro Signore, adorateLo! Questa è la retta via» (Maryam: 36)

Allah l´altissimo racconta della cattiva conseguenza provocata dal credere nellla “Trinitá” la quale il «Tauhid Dogma» (Insegnamento del´unico e singolo Allah) che viene fondamentalmente dettato. Coloro che a parte Allaha l´altissimo adorano due Dei e Gesu, verranno confrontati con Coloro che incolpano presenza divina. Coloro che incolpano Allah della bugia, avranno parte di un´ appropriato castigo.Allah l´altissimo parla il nostro padrone, l´inviatro di Allah –la benedizione e la pace di Allah sia con Lui.- in un nobile verso come seguente:

«Di': “Se il Compassionevole avesse un figlio, sarei il primo ad adorarlo”.

Gloria al Signore dei cieli e della terra, al Signore del Trono, ben al di sopra di quel che Gli attribuiscono.

Lasciali divagare e giocare, finché non incontreranno il Giorno che è stato loro promesso.» (Az-Zukhruf: 81-83)

Allah nei suoi nobili vers parla dei smarriti al suo essere sublime al quale viene assegnata una parte dei suoi servitori come seguente:

«Gli hanno ascritto i Suoi servi come fossero una parte [di Lui]. L'uomo è davvero ingrato.» (Az-Zukhruf: 15)

Attribuire ad Allah un figlio e da miscredente, e il miscredente e la base del´ingratitudine.

Nel Corano viene spesso narrato che Allah l´altissimo e sublime prendersi un figlio.

«Dicono: "Allah si è preso un figlio". Gloria a Lui!. Egli possiede tutto quello che è nei cieli e sulla terra. Tutti Gli sono sottomessi.» (Al-Baqara: 116)

La dichiarazione che Allah si sia preso un figlio, significa che somigliasse all´uomo. Perció
non e da meravigliare che l´ssere sublime si prenda un figlio. Lui e l´Unico, senza inizio,e senza fine.

«Non avete nessuna prova per dire ciò: direte su Allah ciò che non sapete?» (Yûnus: 68)

Lontano e Allah l´altissimo, da quello che gli attribuiscono! Se allora lui non ha detto di voler prendersi un figlio, o nessuna narrazione proveniente dal suo essere divino, che potrebbe avere questo significato, allora questa gente si basa su un attributo vouto e una cattiva bugia.

«Di': “Coloro che inventano menzogne contro Allah non prospereranno”.» (Yûnus:69)

Non saranno al sicuro da quello che temono, e mai raggiungeranno, quello che sperano; Non veranno portati nel paradiso, ma nell´inferno.

«Guarda come inventano menzogne contro Allah! Non è questo un evidente peccato?» (An-Nisâ: 50)

Anche se non avessero altri peccati, questa affermazione, sará un grande peccato che oltrepassa tutti gli altri.

«Colui Cui (appartiene) la sovranitá dei cieli e della terra, che non si e preso figlio alcuno, che non ha consoci nella sovranitá, che ha creato ogni cosa e le ha dato giusta misura.» (Al-Furqân: 2)

Tutto con il suo destino e nel potere della sua onnipotenza. Ogni cosa ha il suo margine, la sua misura, cosí che l´uomo non potrá mai oltrepassare. La sua onnipotenza non ha margine ne fine. Perció non puó nulla oltrepassare il margine della creazione e diventare consocio.

«Dicono i giudei: “Esdra è figlio di Allah.”» (Al-Tauba: 30)

Cosí iniziarono il modo di chiamare “Il messia (Gesú), e il figlio di Allah.”

«E i cristiani dissero: “Il messia, (Gesú) e il filglio di Allah.”» (Al-Tauba: 30)

Anche se inizialmente erano pochi cristiani che lo dicevano, col tempo lo attribuivano tutti; incolpando anche coloro che non credevano del miscredente.

«Questo è ciò che esce dalle loro bocche. Ripetono le parole di quanti già prima di loro furono miscredenti.» (Al-Tauba: 30)

Anche se appartengono alla gente della scrittura, sono pari a coloro che servono idoli(coloro, quali mettono pari ad Allah altri dei) che appartengono a loro.

«Li annienti Allah. Quanto sono fuorviati!.» (Al-Tauba: 30)

Per il loro atteggiamento hanno tratto l´ira di Allah su di loro. I cristiani sacrificano per liberarsi dal primo peccato, l´intelligenza e l´anima minore, per la fede nella “Trinitá” E che questo sacrificio per questa fede, presupporre la salvezza a questa causa.

Tutto ció non e altro che non rendere inportante la fede in Allah.

Ció e un enorme disprezzo e una miscredenza

La fede nella “Trinitá “ non e una fede che come fonte risulta il vangelo. E la falsa fede che risulta dalla falsificazione.

Il primo vangelo dopo Gesú-pace sia con lui- e il vangelo di Marco. Mentre in questo vangelo di Gesú - pace sia con lui- si dice “Tu sei il Messia” (8/29) Si legge da Luca “Tu sei il Messia di Dio”.(9/20) Da Matteo invece si legge “Tu sei Messia, il figlio di Dio”.(16/16)

Matteo e Luca ripresero molti citati da Marco. Anche nelle lettere di Giovanni e Paolo si parla della “Trinitá”. Colui che mise la fede della “Trinitá” nel vangelo di oggi, e cherisulta il Padre di questa idea di dare al Santo Gesú della divinitá, fu Paolo.

Quasi la metá della santa Bibia di oggi, e composta dalle lettere di Paolo.

Paolo, il giudeo cristiano era un rabbino romano e aveva trattato molto male i cristiani,

prima che anche lui diventasse cristiano. Le lettere che da cristiano mandó alla chiesa, fanno piú della metá dei 27 libri che compongono la Bibia. “Il figlio di Dio e La croce” sono la Base della sua dottrina. (US News and World Report, April 1992, S. 70)

Come disse un Pastore, “Le lettere di Paolo, prive e abili come il diavolo, insegnano diffamazione, pettegolezze, tradimento e spionaggio”. Specialmente queste lettere contengono molte contraddizioni. San Paolo dal vero nome Saul, mise nella fede cristiana la trinitá, era un giudeo proveniente da Tarsus. San Paolo insegnava la Kabbala (insegnamento segreto del medio evo dei giudei) a gerusalemme prima del suo presentarsi lui disse: “Gesu venne giú da me e mi insegnó la trinitá”. (The concised Atlas of the Bibel, S. 124)

Ogni volta che la chiesa in Anatolia si sparse, inizió Gesú il messia a essere chiamato figlio di Dio, che centralmente trattavono i termi nelle lettere di Paolo.

Allah l´altissimo parla nei suoi nobili versi per avvisare i cristiani, che seguono la via sbagliata:

«Di': “Adorerete all'infuori di Allah qualcuno che non ha né il potere di nuocervi né di giovarvi? Allah tutto ascolta e conosce”.» (Al-Mâ'ida: 76)

Sono tutti creature di Allah l´altissimo secondo il loro essere. Non sono capaci di essci utili ne di danneggiare.

«Di': “Allah tutto ascolta e conosce”.» (Al-Mâ'ida: 76)

Cosí come lui sente il richiamo die suoi servitori, cosi conosce anche ció, che e nel cuore e nascosto e seppellito. Cosí Allah fa toccare quello che a ognuno aspetta.

«Di': “O Gente della Scrittura, non esagerate nella vostra religione, che hanno perduto la retta via”.» (Al-Mâ'ida: 77)

O voi, i cristiani, non respingete il Messia col suo vero profetismo e non dategli della divinitá

O voi Giudei, non provate a disonorarlo nel negare il suo profetismo.

«Di': “Non seguite le stesse passioni che seguirono coloro che si sono traviati e che hanno traviato molti altri, che hanno perduto la retta via”.» (Al-Mâ'ida: 77)

Ció che qui si vuol dire con traviati e smarriti, cosi sono coloro che sono influenti Giudei e cristiani che traviando segnarono una nuova via, che usarono loro stessi. Loro non si basarono nella loro fede sulla veritá, perció oltrepassarono all´ingiusto e seguirono ciecamante la via dei loro antenati.

«E' così esecrabile quello che hanno preparato per se stessi.» (Al-Mâ'ida: 80)

Le conseguenze gravi della loro fede del loro sbaglio lo vedrano con certezza all´aldilá.

Gesú e per Allah l´altissimo un profeta molto ononrevole.

Dato che Allah l´altissimo, santissimo,e sublime, fece provare a noi per loro(profeti) una grande tenerezza, e loro vogliono bene anche a noi.

Noi abbiamo con l´onoratissimo e rispettabile una coniunzione mentale con un bene infinito, e noi siamo capaci di capire il loro merito e suparioritá, cosi che sia aldila del apprendimento umano. Peche lui e un profeta.

«O Figli di Israele, io sono veramente un Messaggero di Allah a voi [inviato], per confermare la Torâh che mi ha preceduto, e per annunciarvi un Messaggero che verrà dopo di me, il cui nome sarà "Ahmad"». (Al-Saff: 6)

l´Islâm inizió con Adamo (primo essere umano e contemporaneamente primo Profeta -pace sia con lui-) e si sviluppó col tempo, e ogni volta che venne un profeta, continuamente fino al suo stato perfetto.

L´Islâm che venne ispirato a Mosé -pace sia con lui- era piú ampio e completo di quello che fu ispirato a Noé -pace sia con lui-. L´Islâm che fu ispirato a Gesú era ancora piú ampio e comleto da quello di Mosé -pace sia con lui-.

Con la nomina di Muhammed -pace sia con lui- L´Islâm venne completato e alzato al livello piú alto.

Allah l´altissimo parla nel suo nobile Corano come seguente:

«Oggi ho reso perfetta la vostra religione, ho completato per voi la Mia grazia e Mi è piaciuto darvi per religione l'Islàm». (Al-Mâ'ida: 3)

E dopo l´Islâm fino all´ultimo giorno, non verrá nessuna religione, e nesun Profeta. In un nobile verso si dice:

«Invero, la religione presso Allah è l'Islàm». (Âl 'Imrân: 19)

L´Islâm ha la caratteristica di essere suficiente materialisticamente e mentalmente per secoli.

Seguire vecchie religioni dove l´ Islâm mantiene la sua validitá, e come cercare stelle alla luce del sole.

 

Anche la Bibia piú deturpata e piena di afformazioni che segnano Che Gesú era un inviato e profeta di Allah

Le dichiarazioni nel vangelo di Giovanni(6/14) “Questo e invero il profeta che deve venire sul mondo”

Nel vangelo di Matteo(15/24) “Io sono inviato per radunare le pecore perdute della casa di Israele”.

Ne vangelo du Luca (7/16) “Un grande Profeta Si e alzato in mezzo a noi”.

E inoltre la frase nel vangelo di Matteo(13/57) “Un Profeta non val eda nessuna parte meno che nella sua patria, ela sua casa”, segnala chairamente che Gesú era un inviato,un messaggero, un profeta.”

Dall´altra parte ci sono tutte le dichiarazioni, l´espressioni “Figlio di Allah” (Luca 9/35, Matteo 3/17, Marco 1/11, Giovanni 1/18) si contraddicono. Dicono a una parte Profeta, e a un'altra, Figlio di Allah. Questo caso non esiste in una religione divina. La prova che la bibia e deturpata.

«E quando rivelai agli apostoli: «Credete in Me e nel Mio messaggero», risposero: «Crediamo, sii testimone che siamo musulmani». (Al-Mâ'ida: 111)

«Il Messia e gli Angeli più ravvicinati non disdegneranno mai di essere gli schiavi di Allah. E coloro che disdegnano di adorarLo e si gonfiano d'orgoglio, ben presto saranno adunati davanti a Lui.» (An-Nisâ: 172)

«Egli non era altro che un Servo, che Noi abbiamo colmato di favore e di cui abbiamo fatto un esempio per i figli di Israele. » (Az-Zukhruf: 59)

Gesú e un uomo, un profeta, che Allah invió, per mostrasse agli uomini la retta via. Il dovere della sua inviazione e di unire i popoli per un unitá e servire soltanto ad Allah.

 

Il Nobile Corano, il libro divino E la Bibia di oggi

Il nobile Corano fu mandato al tempo di Muhammed,- pace e benedizione di Allah su di lui- fu inspirato a lui stesso, e segnato. Cosí fu allora dai Musulmani multiplicato e propagato.Oggi, in mezzo a milioni di esesmblari del Nobile Corano, non c´è un siliba di differenza. Anche coloro che insultano il Nobile Corano di essere incompleto, ma neanche loro possono presentare un essemplare differente. Perche cose cosí sono da escludere. Cosi i Tedeschi confrontarono negli anni della seconda guerra mondiale, migliaia di essemplari, e non trovarono nessun Corano differente. Ma la Bibia e un messaggio di quattro persone diverse. Ci sono spiegazioni che non appartengono ad Allah il sovrano o Gesu- pace sia con lui- peró racconti, e lettere di persone. Per questo cé discordia e contraddizioni. Il prete protestante (Ordained Methodist Minister) riferisce nel suo libro col titolo C. Leslie Mitton Jesus: The Pact behind the (B. Eardmans Publishing Company Grand Rapids, Michigan, 1974 U.S.A. S. 10) come segunente:

Anche coloro che stimano Gesú con rispetto, sono molte e persone che non prendono per serio l´asserzione della chiesa che fosse un unico figlio di Dio, che peró vedono come una persona straordinaria. Perfino il libro sacro non trova supposizione da Libro divino, il quale ogni parola e veramente vera. Ma peró viene notata come una collezione di schritture inventate dall´uomo, la quale come le altre persone possono essere esposte ai sbagli(error) e all´ignoranza (ignorance). Come risposta sulla domanda “Cosa possiamo sapere su Gesú?” Semplicemente di comunicare l´insegnamento ufficiale della chiesa o dei versi, ormai non e piú possibile. Perché subito dopo saranno poste altre domande.”Come possiamo sapere se quello che ci ha insegnato la chiesa o il libro sacro sia giusto, fin dove possono le registrazioni della Bibia essere vere, oppure fin dove furono modificate (Modificate) dalla fontasia dei devoti scrittori, e abbellite, Embellished) ,si, anche inventate? E la confessione di Rouguets, del prete cattolico francese la leggiamo nella scritta del Prof. Dott. Maurice Bucaille: Molti lettori della Bibia si vergognerebbero se riflettesseró su certe confessioni, anzi addirittura

Arrossirebbero di vergogna.

Altrettanto si avvera questo caso quando confrontiamo le diverse tradizioni., le quali raccontano lo stesso avvenimento in vangeli diversi. Roguets che nella sua Opera col titolo “Introduzione dei vangeli” ha illustrato e compilato.

Le sue ampie esperienze che lui fece mentre lavorava per un giornale settimanale cattolico, rispondeva alle domande(del settore religioso) dei lettori inquieti, puó valutare, come loro da quello che leggono nel libro, (Libro sacro) si disperano(worried). Coloro che si rivolgono a lui, appartengono a tutti i gruppi culturali e sociali. Il prete Rouguet si accorge che i temi che sono difficili da capire, (Abstruse) incompresibili,(Incomprehensible) e di certo si contraddicono (Controdictory) e vengono descritti scandalosi, (Abstruse), richiedono spiegazioni. Questa constatazione non appartiene a un lungo passato. Il libro del prete venne publicato nel 1973. Fin a poco tempo fa, i cristiani della Bibia sapevano soltanto quello che veniva dalle messe e prediche. Esclusi i protestanti , non era di regola leggere i vangeli in comleto. Non c´è nessun dubbio che leggere i vangeli ai cristiani nuoce. (The Bible, The Kur´An and Scince, sh:61, Paris)

Si vede chiaro, che la Bibia e stata falsificata. E inpossibile se un cristiano usa il suo cervello, se non cade in indecisone e dubbi. Per questo motivo certi teologi si sentirono costretti di dichiarare che a Gesú non fu mandato nessun libro, e che la Bibia venne riscritta dai cristiani. Secondo la fede islamica Allah il sublime mandó 4 grandi libri. Il Psalmen , la Tora , i Vangeli, e il Corano. Tu, cristiano! E possibile credere a un libro la quale autenticitá e falsificata? E possibile presumere che una fede costruita su un simile libro, sia divina? Su quale prova vi basate per rinnegare Muhammed -pace sia con lui- l´ultimo Profeta? Peró lui glorificava a Gesú -pace sia con lui- e lo presentó ai fedeli, cosí come doveva essere.

 

Annuncio del nostro Profeta Muhammed- pace sia con lui- nel vangelo

Benché i vangeli originali che furono dati a Gesú, nel tempo successivo furono sostituite con parole umane e falsificate, ci sono ancora negli essemblari di oggi alcune indicazioni del´arrivo del messaggero di Allah, Muhammed -pace e benedizione di Allah su di lui.

“Peró vi dico la veritá, e buono per voi se vado via, sennó il consolante non potrá venire da voi. Se peró vado via, cosi lo manderó da voi, e quando verrá aprirá al mondo gli occhi per i peccati, la giustizia e il tribunale” (Giovanni: 16/7-8)

“Ancora molto avrei da dirvi, ma adesso non sapreste reggerlo. Ma quando verrá colui, lo spirito della veritá, vi introdurráin tutte le veritá. Ma lui non parlerá da sé, stesso, ma di ció che ha sentito e riferire a voi il futuro”. (Giovanni:16/12-13)

“Se mi amate, manterrete i miei comandamenti. E io pregheró il Padre, e lui vi dará un altro consolante. Che lui sia con voi in eterno”. (Giovanni: 14/15-16)

Ma il cosolente, lo spirito santo che mio padre invierá a nome mio, colui vi insegnerá tutto e vi ricorderá cio che io vi avevo detto.(Giovanni:14/26)

“Ma quando verrá il consolente, che i vi invieró dal padre, spirito della veritá, vi fará testimonianza di me”. (Giovanni:15/26)

Quesre sono le dichiarazioni di Gesú stesso nei vangeli, le quali i cristiani oggi dispongono.Gesú annuncia il suo prossimo compagno, un profeta sublime piú di lui stesso e che loro devono credere a lui. Inoltre annuncia che la sua sublimitá e superioritá sono molto alte.

Quando Gesú parló di lui cosí, parla il nostro padrone, l´inviato di Allah-la pace e benedizione su di lui- come seguente:

«Io sono colui sotto gli uomini che Gesú figlio di Maria (Maryam) e vicino di quá e aldilá. Tutti i profeti sono fratelli come figli di un unico padre, i quali sono nati da madri diverse. Ma la loro religione e unica.» (Buhârí, Tedschrid-i-sarih:1403)

Questo e allora e un modo di titolare il quale indica che loro(i profeti) si contestano, testimoniano, onorano; tra di loro. Un titolare che fa presente il loro grado da Allah il sublime. La parola Paraklid in greco, e Paraklitos in latino, e il nome di colui che annunció Gesú. Rappresenta precisamente la parola Ahmed in Arabo. L´intenzione e di annunciare il nostro profeta Muhammed-pace sia con lui-.

“La parola Paraklid e la parola che i Cristiani usano per definire “Ringraziatore”, “Redentore”,.e questa parola si addice al nostro profeta che redenterá “gli uomini dalla miscredenza”. La dicharazione del vangelo di Matteo e del vangelo di Luca: ” Il Regno dei cieli e vicino”.Un altra parabola presentó loro e disse: Il Regno dei cieli e simile a un seme di Senapé il quale un uomo prese e seminó sul suo campo. Questo e il chicco di seme piú piccolo; peró quando crescerá, sará piú grande di altri cespugli e diventerá un albero, cosí che gli Uccelli dei cieli scenderanno per abitare sui suoi rami”.(Matteo: 13/31-32)

E l Islâm che annunció l´ultimo profeta Muhammed-pace sia con lui- era all´inizio debole, ma col tempo diventó forte.

Gesú e per Allah l´altissimo un profeta molto onorevole. Dato che Allah l´altissimo, santissimo,e sublime, fece provare a noi per loro(profeti) una grande tenerezza, e loro vogliono bene anche a noi.

Noi abbiamo con l´onoratissimo e rispettabile una coniunzione mentale con un bene infinito, e noi siamo capaci di capire il loro merito e superioritá, cosi che sia aldilá delle capacitá comprensive umane. Peche lui e un profeta.

«O Figli di Israele, io sono veramente un Messaggero di Allah a voi [inviato], per confermare la Torâh che mi ha preceduto, e per annunciarvi un Messaggero che verrà dopo di me, il cui nome sarà "Ahmad"». (Al-Saff: 6)

Allora si conosce anche quí, che l´unitá, l´ affetto e il legame tra di loro si rinforzano, e il centro della fratellanzae fu creato. Inoltre Muhammed -pace sia con lui- il segreto di Gesú, col permesso e ordine di Allah il sublime, senza rimorsi, puó liberamente annunciare.

“Lui a me magnificherá perche dai mie lui prenderá per annunciare a voi”. (Giovanni: 16/14)

Effettivamente lui vuole dire: “Ci sono molti meriti che Allah l´altissimo mi ha concesso. Io non lo diró a voi. Ció che io non lasciai trapelare, quello che io sono, lui ve lo proclamerá dettagliato. Ció che Allah l´altissimo mi concise, ve lo dichiarerá lui stesso.”

Non Avevano la giusta maturanza i seguaci di Gesú, di capire Gesú, ascoltare le sue parole e capire il significato. Muhammed, l´inviato di Allah –pace sia con lui- e lui stesso la luce divina (Al-Núr) di Allah l´altissimo. Questa luce, che si manifestó al prossimo compagno del´inviato di Allah, fece anche loro di luce divina. Grazie a questa luce riceve le ispirazioni e le manifestazioni. Perché il cuore gli e stato ingrandito.

Perció si dice: “Mala compagnia guasta buon norme morali.” Se guardi una brava persona splende il suo cuore, se gurdi una persona cattiva, scurano i tuoi occhi e il tuo cuore. E lui, la luce divina di Allah l´altissimo (Al-Núr) e anhe l´interno del suo benedetto cuore profetico la luce divina (Al-Núr). Poiché quelle sue parole erano di grande purezza, sono facile da capire, se si tratta di Gesú o di tutte le creature. Colui che vuole, puó capire. Allora gesú vuole esprimere ció.

Lui dice: “Non siete in grado di capirmi. Peró lui parlera ai suoi seguaci di me.”

Per questo motivo certi studiosi della scrittura divennero credenti appena arrivó il profeta atteso.

«Quelli che hanno ricevuto la Scrittura, riconoscono il Messaggero come riconoscono i loro figli. Coloro che non credono preparano la loro rovina». (Al-An'âm: 20)

«Io giuro su Allah che tiene la mia vita nella sua onnipotenza! Presto scenderá Gesú (Isa) il figlio di Maryam (Maria) scenderá come giuduce giusto, fará a pezzi la croce ucciderá il maiale,eliminare “Dschizye”(Le tasse che riscuotono i non musulmani) e la merce aumenterá talmente, e non ci sará nessuno a occuparsene”.» (Buhari Tedschrid-i Sarih: 1018)

«Per Allah! Isa, il figlio di Maryam scenderá come giuduce giusto, fará a pezzi la croce ucciderá il maiale, eliminerá le tasse Dschizye. I Cammelli giovani si muoveranno liberi e nessuno si interesserá per loro. Con certezza scomparirá l´inimicizia, il rancore, e l´invidia. Lui, (Gesú) offrirá loro merce, ma nessuno si interesserá.» (Muslim: 155)

Gesú –pace sia con lui- e l´ultimo dei figli dei profeti d´Israele.

Lui aveva, fino al suo tempo, rinfrescato l´attuale atteggiamento di, religione e fede. Lui aveva annunciato publicamente il suo successore “Ahmed-i Muhtar” Muhammed –pace sia con lui- col suo nome, giustificato l ópinioni su l´ultimo degli inviati Muhammed –pace sia con lui-

La conferma di Gesú nella Tora, si riferisce sulle spiegazioni.

Nella Tora si narrava di Gesú e anche dell´ultimo inviato Muhammed -pace sia con lui-.

Per questo Gesú confermó l´autenticitá sul detto e che l´arrivo di Ahmed -pace sia con lui- e vicino.

Ahmed ha il significato come quello che lode di piú ad Allah l´altissimo, in piú significa come uno che é molta glorioso, che gli uomini lodano.

Quella felice notizia su Gesú nella Tora, fu proclamata e realizzata con la sua nomina.

Gesú confermó il felice messaggio della Tora sul´invio di Muhammed, –pace sia con lui- l´annunció e dichiaró esplicitamente e chiaro, che lui stesso fosse il suo precedente.

Questo uno die doveri di Gesú come inviato.Com´è strano, anche se lui disse cosí, nessuno dei figli d´Israele non gli resero retta, ugualmente occultarono molti cristisni questa veritá, venne sparsa arbitario e la falsificarono. I Giudei aspetavano l´arrivo di un profeta. Peró volevano che venisse dal loro mezzo. Anche molti preti cristiani aspettavano il nuovo profeta.

Quando il profeta che il loro libro annunciava venne, si opposero con diversi intrigi, accuse e innimicizie.

Nel corso del nobile verso indica come seguente:

«Ma quando questi giunse loro con le prove incontestabili, dissero: “Questa è magia evidente”.» (As-Saff: 6)

Entrambi, Giudei e i Cristiani si aspettavano che il profeta come il loro desiderio, venisse inviato uno dalla loro stirpe, ma non perché credevano in Allah il sublime.

Quando poi lui venne inviato dalla stirpe di Ismaele-pace sia con lui- fu ingnorato e iniziarono a rinnegarlo. Anche sapendo che lui era un manifestato profeta. Il rassismo crea molti danni e distruzione, e infinito castigo. Sia tra i cristiani e sia tra i Giudei, sono salvi soltanto coloro che erano credenti. O voi Giudei e cristiani! Riflettete che anche oggi vi trovate davanti ad Allah. Se riflettete sinceri non potete dire “quel profeta non è venuto da noi” Sarebbe un´impresa presentare una scusa come quella di coloro che si trovarono tra la l´apparenza di due profeti. Allah l´altissimo invió un profeta che vi ha involvato in tutti i segreti. L´avete sentito e saputo. Da dove volete prendere il coraggio di opporvi? Voi non avete in minimo preso in considerazione la sorte divina, e tolto a voi stessi il desiserio della vostra ignobile anima, per Allah. Voi avete preparato coscienti e volontariamente il vostro castigo.

 

Perche Bush non voleva permettere a Jusuf Islâm l´entrata nell´ USA?

Voi sapete, che l´ Islâm e la vera religione, e che il nobile Corano e l´ultimo libro mandato da Allah, e che Muhammed –pace sia con lui- e l´ultimo vero profeta che Allah l´altissimo invió.

«O gente della Scrittura, perché avvolgete di falso il vero e lo nascondete, mentre ben lo conoscete?» (Âl 'Imrân: 71)

Dato che non hanno raggiunto la retta via, persistono nella loro miscredenza.

«E a chi Allah non da Al-Núr(Luce) colui non ha Al-Núr.» (Al-Núr: 40)

Qual´é il loro castigo? Il castigo, che nessuno mai ha avuto, avranno.

Perche cercavano di nascondere la veritá, e volevano prendere smarrimento anziché la veritá, rinnegarono la sorte divina, e avranno il seguente castigo:

Verranno portati in mezzo al fuoco vi sará versata aqua bollente sul capo, e ovunque l´aqua bollente toccherá si sciolglierá.

«Afferratelo e portatelo nel fondo della fornace, e gli si versi in capo il castigo dell´aqua bollente, gusta (questo) sei forse tu l´eccelso, il nobile? Ecco quello di cui dubitavate.» (Al-Duhkân: 47-50)

Questo e il castigo perché rimangono increduli ostnati. E vi diranno: “Tu eri famoso nel paese, peró nei confronti con Allah l´altissimo, il creatore, sei stato ingrato.

«Non vede l´uomo che lo abbiamo creato da una goccia di sperma? Ed eccolo in spudorata polemica.» (Yâ Sín: 77)

Lui ti creó da un goccio di sperma, e ti dotó di abbondanti beni. Che cosa ti fece errare, con tutte quelle beneficenze? Sconta il meritato castigo. Scontalo in eterno.

Questo discorso vale per ogni dirigente. Cosi verrá punito ogni dirigente incredulo. Questa penalitá verra provata.

 


Missione fallita
Yusuf Islam, che si chiamava prima Cat Stevens, non puó andare a Woshington.
Publicato il giovedí 23 Settembre 2004


USA avevano paura di Yusuf Islam
Quotidiano Turco: Y Shafak, 23 Settembre 2004
Se da un attore si diventa presidente, che cosa si puó ottenere di piú?

Che loro per cattiva concezione della crociera non permisero a Yussuf Islâm di entrare nell´USA, perche era musulmano, e chiaro che è una publica e cattiva inimicizia sul´ Islâm.

Ovvio che questo caso finirá a loro danno. Lui voleva soltanto parlare con delle persone, e fu fatto publico a tutto i mondo. Yusuf Islam non aveva un cannone, un fucile, o un aereo. Perché lo temeva l´America? Perche ha una fede che niente supera.

«O voi che credete, preoccupatevi di voi stessi! Se siete ben diretti, non potrà nulla contro di voi colui che si è allontanato. Poi tutti ritornerete ad Allah ed Egli vi informerà di quello che avrete fatto.» (Mâ'ida: 105)

Loro sanno bene che la loro fede e falsa, e che il loro libro e inventato.

Perché Allah l´altissimo ci dice e dichiara come seguente:

«Stravolgono il senso delle parole e dimenticano gran parte di quello che è stato loro rivelato.» (Mâ'ida: 13)

Loro anno visto tutto, la Bibia e falsificata e sfigurata. Perché nascondono questa veritá?

Perché persistono ostinati nella loro miscredenza, perché vogliono coprire la veritá?.

Peró, Yusuf Islam prima era cristiano e aveva una fama. Dato che lui fu onorato dal decoro della fede, calpestó tutto coi piedi. Lui ha creduto in Allah il sublime, al suo libro, l´inviato di Allah, e cosi fu salvato.

«Colui cui Allah apre il cuore all´Islâm, e che possiede una luce che non proviene dal suo Signore… Guai a coloro che hanno i cuori insensibili al Ricordo di Allah. Essi sono in errore evidente.» (Al-Zumar: 22)

Coloro sono i salvati, l´altri i ritenuti.

Ora guarda, questo e il vero volto della miscredenza! Oh voi che tendete sull´incredulo! Non volete trarre un insegnamento da ció? Allah l´altissimo parla nel suo nobile Corano come seguente:

«Invero, la religione presso Allah è l'Islàm.» (Âl 'Imrân: 19)

Purché la luce divina della fede non illumina, la loro incredulezza non posa sulla strada, tutto ció loro temono di nascondere da lui.

Noi vogliamo formare una parabola per voi.

Un ladro armato fino ai denti scassa una casa. Se il bambino della casa grida “Padre!” lui scappa via. Perché? Perché il ladro non e il proprietario di quella casa. E ció, perché la vera religione e mancata, fare provvedimenti, purché la luce divina non illumina. Invece si, proveranno ció che temono.

Il nobile verso della Sura Al-Isrâ parla a loro:

«Non c´è cittá che che noi prima del giorno della risurrezione che noi non distruggeremo, o che puniremo con una grave condanna. Ció e scritto nel libro (Al-Lauhu-I-Mahfudz).»

 

Ovoi Cristiani!

Noi vi intimiamo a credere che c´è soltanto un solo sublime Allah. Che non c´ è Dio all´infuori di lui, che sublime a tutte le caratteristiche umane; e che lui non genera e non e stato generato; a tutti gli profeti di Allah, che Muhammed -pace sia con lui- e Gesú -pace sia con lui- sono i suoi inviati, che il Psalmer, la Thora, i Vangeli e il Nobile Corano sono i veri libri che Allah ha mandato ai suoi profeti.

Questa è la veritá e la vera salvezza.

 

«Pace su chi segue la retta via.» (Ta-hâ: 47)

«Pace sia sui Suoi servi che ha prescelto.» (Al-Naml: 59)

• • •


| HOME |